Lun, 24 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Licenziamenti via WhatsApp, arriva la stretta

Le nuove norme impongono al datore di lavoro di dare comunicazione scritta a sindacati, Regioni e ministero 90 giorni prima

Basta ai licenziamenti in via telematica. È quanto stabilisce la nuova stretta al vaglio del Governo, che sta pensando a un decreto ad hoc dopo gli ultimi casi di lavoratori licenziati tramite WhatsApp o Teams (leggi qui).

Secondo quanto riporta La Stampa, le nuove norme imporranno al datore di lavoro che voglia chiudere una sede, uno stabilimento, una filiale, un ufficio o un reparto autonomo di dare comunicazione scritta a sindacati e Regioni interessate, ai ministeri del Lavoro e dello Sviluppo e all’Anpal almeno 90 giorni prima dell’avvio della procedura, indicando le ragioni economiche, finanziarie, tecniche o organizzative della chiusura e quindi il numero ed i profili professionali delle persone interessate.

I licenziamenti effettuati senza comunicazione o prima del termine dei 90 giorni sono nulli.

Oltre alla prima informativa, ogni azienda dovrà elaborare un piano per limitare le ricadute occupazionali ed economiche legate alla chiusura e presentarlo a sindacati, Regioni, ministeri e Anpal.

Dovranno inoltre essere indicati interventi per la gestione non traumatica degli esuberi.

In caso di inadempimento, le sanzioni restano da definire.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Diesel, il nuovo Ceo del Nord America è Eraldo Poletto
L'obiettivo è rafforzare la presenza sul mercato Usa e canadese Diesel ha …
Industria del legno, contratti in aumento di 40,66 euro
È stato sottoscritto l'accordo per il rinnovo Federlegno e Feneal, Filca e …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: