Sab, 22 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Mercato immobiliare 2022: come cambiano i prezzi nelle città italiane

Secondo le previsioni, i costi aumenteranno più sensibilmente a Torino, mentre caleranno drasticamente a Catania

Puntuali, arrivano le previsioni di fine anno di Immobiliare.it sul mattone nel 2022. Per capire cosa dobbiamo aspettarci dal settore nel prossimo anno, la piattaforma ha stilato un report con i costi medi previsti nelle 11 principali province italiane. Un mercato che, in linea di massima e “salvo eventi imprevedibili che possono impattare sull’economia“, subirà un grande impulso, anche grazie alla “nuova centralità della casa“, come ha spiegato l’amministratore delegato di Immobiliare.it Carlo Giordano.

In termini di crescita dei prezzi, la città italiana che vedrà un maggior aumento è Torino: qui il costo medio al metro quadro passerà da 1.893 a 1.994 euro, con un +5,3% da record. Cresce anche Milano che parte però da cifre ben più alte: se dovesse verificarsi l’aumento previsto del 4,2%, entro la fine del 2022 le abitazioni passerebbero da un prezzo di 4.900 euro/metro quadro ai 5.107 euro.

Nel capoluogo lombardo quasi tutti i quartieri registreranno una crescita in tal senso; in modo più spiccato, aumentano i prezzi dell’area NoLo (prettamente zona Turro, Cimiano e Pasteur con crescite che vanno dal 7,6% all’8,4%) e di Corvetto (+8,9%). Registrano un segno negativo solo Palestro (-2,9%) e Maggiolina (-2,4%).

Le altre tre città in crescita sono Bari, Bologna e Roma, dove il costo medio si attesterà rispettivamente sui 1.896, 3.126 e 3.265 euro (tassi comunque contenuti sotto al +1.8%, con un +0.3% della Capitale che rimane quindi sostanzialmente stabile). Fra i quartieri di Roma più in auge c’è l’Infernetto, in zona Ostia, dove i prezzi crescono del 6,8%, così come tutti i quartieri di Roma Nord, dai Parioli a Prati.

Le restanti 6 città prese in analisi vedranno invece un trend negativo sui prezzi delle case: a partire da Venezia dove si registrerà un -2,1% dei costi. Seguono Napoli, Genova e Palermo, tutte in negativo. È previsto un calo consistente anche per Firenze che, con il suo -3,6%, assesterà i suoi prezzi al metro quadro sui 3.825 euro.

Registrerà la diminuzione più consistente Catania: nel capoluogo siciliano i prezzi subiranno una contrazione del 4,8%, attestandosi si una media di 1.170 euro al metro quadro.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA / CIRO FUSCO

Potrebbe interessarti anche:

Lotteria degli scontrini 2022: premi per clienti ed esercenti nella lotta all’evasione
Il cliente potrà segnalare l'esercente che si rifiuta di acquisire il codice …
ANNA, il nuovo agente virtuale per l’assistenza ai clienti sviluppato per Findomestic
Il software è stato sviluppato da Interactive Media: riconosce il cliente e …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: