Lun, 24 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Cina, lockdown ad Anyang dopo i due casi Omicron

Il Giappone estende le restrizioni agli ingressi. Negli Usa test Covid gratis ordinabili online entro fine mese. Lo stesso in Francia per non chiudere le scuole. Venerdì a Milano riapre l’ospedale Covid in Fiera

Cinque milioni e mezzo di di residenti della città di Anyang, nella provincia di Henan in Cina, hanno avviato oggi il confinamento domiciliare tra le misure anti-Covid decise dalle autorità locali dopo la conferma di 84 casi da sabato, di cui almeno due della temuta variante Omicron, e 58 accertati dalla mezzanotte di lunedì alle 8 del mattino. Il blocco di Anyang porta a 20 milioni il totale in Cina dei residenti confinati nelle loro case dopo Xi’an (13 milioni di abitanti) e (Yuzhou con 1,1 milioni). Pesanti restrizioni ci sono anche a Tianjin, primo focolaio interno di Omicron.

Restrizioni alle frontiere in Giappone prolungate fino al termine di febbraio e nuovi limiti sugli ingressi giornalieri. Lo ha deciso il premier nipponico Fumio Kishida al termine del Consiglio dei ministri, estendendo il divieto ai cittadini stranieri non in possesso di un permesso di soggiorno, in vigore dallo scorso 30 novembre, la data in cui è stato segnalato nel Paese il primo caso della variante Omicron del Covid-19. La misura era stata decisa per una durata di circa un mese a inizio dicembre e prevedeva l’imposizione di un periodo di quarantena in strutture governative, fino a 10 giorni di isolamento in hotel, in base alle nazioni di provenienza. Un tetto giornaliero di 3.500 persone è stato predisposto per gli arrivi giornalieri. Il governo di Tokyo aveva inoltre vietato l’ingresso ai cittadini che si erano recati nelle precedenti due settimane in 11 paesi, incluso il Sudafrica, ma ha deciso di allentare le restrizioni sulla base di ’considerazioni solidaristiche e umanitarie’. Attualmente misure di quasi emergenza sono state annunciate in tre prefetture in Giappone, Hiroshima, Okinawa e Yamaguchi, a causa dell’impennata dei contagi innescati anche dai focolai del virus presenti nelle basi militari Usa.

Gli americani potranno ordinare gratuitamente test rapidi per il Coronavirus attraverso un sito Internet federale entro fine mese. Lo ha annunciato la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki. I test permetteranno di avere un risultato diagnostico in 15 minuti.

Per non chiudere le scuole in Francia gli studenti faranno gli autotest Covid. Si tratta della terza modifica in una settimana al protocollo sanitario per le scuole francesi e che ha suscitato proteste e malcontento delle famiglie, dei sindacati e dei docenti. I tre autotest da eseguire saranno gratuiti ed esclusivamente distribuiti in farmacia, in attesa della consegna di 11 milioni di kit nei prossimi giorni. Inoltre i genitori potranno andare a prendere il proprio figlio dichiarato caso contatto a fine giornata e comunicarne l’esito con una semplice autocertificazione.

In Italia riaprirà venerdì l’ospedale in Fiera a Milano per i pazienti Covid, segno evidente che la pandemia è ripresa ad un ritmo preoccupante. Si tratta della terza riapertura dopo quella fra aprile e giugno 2020 per la prima ondata, e quella fra l’ottobre 2020 e giugno 2021. Finora sono stati ricoverati oltre 500 pazienti di terapia intensiva.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: AFP

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus birra, il contributo a fondo perduto
Il Mise ha stanziato 10 milioni destinati ai microbirrifici artigianali. Ecco come …
Lunedì nero a Piazza Affari, prosegue la scia rossa in Europa
Le borse pagano l'influenza di Wall Street, pesano le tensioni internazionali Le …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: