Ven, 27 Maggio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Vertice Nato, Draghi: “il nostro impegno è per la pace”

Il primo ministro ha definito positivo il colloquio con il presidente turco Erdogan e ha escluso la possibilità che l’Ue o la Nato approvino la no-fly zone sull’Ucraina

Il numero dei rifugiati ucraini “sta crescendo in modo impressionante“: a lanciare l’allarme è il premier italiano Mario Draghi. «Il dramma umanitario dei rifugiati causato dal conflitto in Ucraina deve essere affrontato a livello mondiale con il pieno coinvolgimento delle Nazioni Unite» – ha dichiarato dopo il vertice Nato che si è tenuto oggi a Bruxelles, seguito dal Consiglio europeo.

Il premier ha poi aggiunto che tra gli alleati non è stata avanzata nessuna condanna nei confronti della Cina, anzi esiste “la speranza che la Cina contribuisca al processo di pace“.

«L’Italia – ha proseguito – come altri Paesi europei si muove sui binari di proattività e fermezza con le sanzioni e di ricerca della pace. Ho ribadito poi l’impegno sottolineato anche dagli altri Governi nei confronti della Nato: abbiamo questo impegno e continueremo a rispettarlo».

In merito al colloquio a margine con il presidente turco Erdogan, Draghi ha annunciato che verrà nuovamente fatta funzionare la collaborazione con la Turchia e la Francia che si era creata nel corso degli anni.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/FILIPPO ATTILI/US PALAZZO CHIGI

Ti potrebbero interessare anche:

8 vittime nei raid a Kharkiv
La procuratrice generale ucraina Venediktova ha dichiarato che sono in corso indagini …
Walmart rafforza la consegna di pacchi con droni negli Usa
Walmart sarà in grado di consegnare con i droni, in un anno, …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: