Gio, 26 Maggio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

S&P, brusco calo del Pil russo: -8,5% nel 2022 a causa della guerra

Si tratta del calo più forte dal 1992. Poi la ripresa sarà limitata: nel 2023 +0,3%, nel 2024 +1%

Brusco calo del Pil della Russia a causa della guerra. La crescita economica quest’anno arreterà dell’8,5%, il calo più forte dal 1992, per le sanzioni imposte da Usa e Paesi Ue dopo l’invasione dell’Ucraina. E’ quanto prevede S&P Global Ratings secondo cui Mosca avrà una ripresa limitata allo 0,3% del Pil nel 2023, più 1% nel 2024 e più 1,3% nel 2025.

E pensare che la Russia era riuscita a cavarsela relativamente bene nel 2020, limitando la contrazione del Pil al 3%, a differenza di molti Paesi Ue che hanno visto recessioni più importanti a causa del Covid. Poi lo scorso anno il Pil russo è balzato in avanti del 5,6% e prima dell’esplosione delle ostilità su quest’anno S&P prevedeva un più 2,7%.

S&P ricorda che si sono verificate massicce fughe di capitali dopo le sanzioni, costringendo la banca centrale russa ad alzare improvvisamente i tassi di interesse dal 9,55% al 20% e a varare misure restrittive sui movimenti di capitali.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: SHUTTERSTOCK

Ti potrebbe interessare anche:

Fosse comuni a Lugansk
Sono 29 i giornalisti uccisi dall'inizio nel conflitto A Lysychansk, nella Regione …
Chiusura positiva per Wall Street
Il Dow Jones chiude a +0,60%, il Nasdaq a +1,51% Wall Street …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: