Ven, 20 Maggio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Modello F24 Accise, come funziona?

Guida alla compilazione del modello F24 Accise

Tra i modelli F24 è presente anche quello dedicato alle accise, si tratta di un modello da compilare per alcuni pagamenti nei confronti dello Stato.

A differenza degli altri modelli viene, come da nome, utilizzato per il pagamento delle accise, ma anche per: pagamento Imposte sui redditi e ritenute alla fonte; versamento di Iva; Imu; Tares; imposte sostitutive delle imposte sui redditi e dell’Iva; Irap; addizionale regionale o comunale all’Irpef; contributi e premi Inps; diritti camerali; interessi in caso di pagamento rateale; accise e versamenti di competenza dell’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato.

Questo modello specifico è necessario anche per il pagamento di: liquidazione e controllo formale della dichiarazione, avviso di accertamento, atti di contestazione delle sanzioni, avviso di irrogazione sanzioni, accertamento con adesione (concordato), conciliazione giudiziale e ravvedimento.

Il pagamento del modello F24 accise può essere eseguito in diverse modalità, ma i titolari di partita Iva sono obbligati al pagamento telematico. Come per gli altri F24 è possibile pagare attraverso F24 web e F24 online, portali messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Per quanto riguarda la compilazione, il modello F24 accise è composto di diverse sezioni alcune da compilare (quella dedicata ai dati del contribuente) e altra da lasciare in bianco e altre ancora vanno compilate a seconda di cosa si intende pagare.

La prima sezione è dedicata ai dati di chi deve svolgere il pagamento. Da inserire: i dati anagrafici, quelli relativi al domicilio fiscale con comune di residenza, e il proprio codice fiscale.

A questo punto è necessario compilare la sezione per i tributi da pagare, scegliendo tra: sezione erario; sezione regioni; sezione Imu e altri tributi locali; sezione accise, monopoli, e altri versamenti non ammessi in compensazione. Vanno poi segnalati i codici tributo e le causali contributo a cui si riferisce il versamento e l’anno da indicare per esteso. Importante segnare il campo rateazione/regione/provincia/mese il mese di riferimento in caso di pagamenti rateali.

Per finire è necessario inserire gli estremi del versamento e firmare l’F24 accise.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Ti potrebbe interessare anche:

Palamar: “resto dentro Azovstal”
Secondo i media russi, Sviatoslav “Kalina” Palomar aveva abbandonato l’acciaieria Azovstal ieri …
Russia: “metà dei clienti europei di Gazprom ha già aperto conto in rubli”
Lo ha dichiarato il vicepresidente della Federazione Russa Novak Il vicepresidente della …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: