Sab, 26 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Istat, nel 2017 il turismo valeva 93 miliardi e pesava il 6% del valore aggiunto

Due anni fa si è registrato un +6,2% rispetto al 2015. Dati ben lontani da quelli attuali con il settore in affanno a causa del Covid-19

Il turismo in Italia è un settore che da solo vale 93 miliardi di euro. È quanto emerge dal Conto Satellite del Turismo, lo strumento dell’Istat che consente di valutare la dimensione economica legata a questo particolare comparto. Secondo il report, relativo al 2017, si è osservato un incremento del 6,2% rispetto al 2015 ed un peso del 6% sul valore aggiunto totale dell’Italia.

A trainare sono proprio quelle attività economiche caratteristiche del turismo stesso, ovvero il settore dell’alloggio, dei ristoranti (che già da soli rappresentano il 71,9%), dei pubblici esercizi che invece genera il 25,4% del valore aggiunto del turismo e l’utilizzo della casa di proprietà per motivi turistici con il 28,7%. Il restante è ripartito principalmente tra le attività di trasporto e lo shopping relativo ai souvenir o a beni caratteristici del luogo visitato.

Il consumo turistico interno nel 2017 ammonta a 154 miliardi euro. La parte prevalente la fanno i turisti italiani, con il 66,5% del totale, mentre il turismo straniero rappresenta una quota nettamente inferiore, pari al 33,5% (due anni fa hanno speso nel nostro Paese più di 51 miliardi di euro).

In totale nel 2017 sono stati 700 milioni i pernottamenti di italiani o stranieri in alberghi, bed and breakfast e a casa di amici o parenti. Una cifra considerevole ed anche piuttosto amara, soprattutto alla luce dell’emergenza sanitaria del Coronavirus che ha penalizzato nei mesi scorsi moltissimo il settore turistico. E la prossima estate non si prevede particolarmente florida.

di: Maria Lucia PANUCCI

LEGGI ANCHE: Estate, solo il 20% degli italiani sta pianificando le prossime vacanze

Ti potrebbe interessare anche:

G7, Gualtieri si mostra ottimista: “I dati sanitari ed economici italiani sono incoraggianti”
“Diamo supporto ai Paesi più poveri per proseguire il sostegno all’economia” «Al G7 i …
Prometeia, il Pil tornerà ai livelli pre-Covid solo nel 2023
Il 2020 si chiuderà con un -9,6%, l’anno prossimo la ripresa segnerà +6,2% e …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: