Mer, 25 Novembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Burger veg: respinti gli emendamenti sulla falsa denominazione

Nessuno stop all’uso di termini appartenenti al mercato carnivoro

Gli allevatori e gli agricoltori europei, sulla scia del regolamento divenuto legge in Francia che proibisce ai produttori vegani di usare la terminologia tipica della carne per i prodotti vegetariani, hanno chiesto qualche giorno fa al Consiglio Europeo di tenere lontano dal mondo veg le parole abbinate alla carne per non trarre in inganno i consumatori.

Oggi però il Parlamento europeo si è espresso a favore dell’Unione vegetariana europea: nessuno stop all’uso di denominazioni come hamburger veg o bistecche vegetali. Resta però possibile ottenerne il divieto a livello nazionale, come accaduto in Francia insomma, dove non solo i produttori vegetariano francesi ma anche le aziende di qualunque nazionalità che vogliano vendere prodotti veg nel Paese devono cambiare il nome per non incorrere in una multa che può arrivare fino a 300 mila euro.

«I consumatori hanno il diritto di scegliere i prodotti che desiderano – ha specificato il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti, contrariato dalla decisione dell’UE – basando la propria scelta su informazioni affidabili che riflettano correttamente le caratteristiche del prodotto». E a rincarare la dose si aggiunge Coldiretti: «occorre una norma nazionale che faccia definitivamente chiarezza su veggie burger e altri prodotti che sfruttano impropriamente nomi legati alla carne – ha concluso il presidente Ettore Prandini – per evitare l’inganno a danno del 93% dei consumatori, che in Italia non seguono un regime alimentare vegetariano o vegano».

Il mercato dei sostituti della carne vale 4,6 miliardi di dollari sul territorio mondiale ed è in costante crescita. Sale il numero delle aziende impegnate nella produzione di cibi a base di proteine vegetali sempre più sostenibili, basti pensare a Nestlè, Kellogg’s e Findus ma anche a Burger King e McDonald’s che hanno cominciato a servire panini di carne non carne. Si stima che il mercato veg potrebbe superare il valore di 6 miliardi di dollari nei prossimi quattro anni.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

LEGGI ANCHE: L’importanza della parola: il Parlamento Europeo è chiamato a decidere sulla finta bistecca di soia

Ti potrebbe interessare anche:

Bollette: ecco i trucchi per risparmiare
L'analisi di Facile.it sulle abitudini dispendiose degli italiani Tagliare i consumi è …
Natale, Conte: “coordinamento con l’UE”
L'Unione cerca un accordo per uniformare le misure restrittive dei Paesi membri …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: