Gio, 28 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Italia Viva, dimissioni Bellanova e Bonetti. Conte le accetta, è crisi di Governo

Il leader di Italia Viva conferma le dimissioni delle ministre. Ma aggiunge: nessuna pregiudiziale su Conte

Matteo Renzi questa sera in conferenza stampa ha dato l’annuncio della conferma delle dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti come anticipato questa mattina dopo l’approvazione del Recovery Plan (ne abbiamo parlato qui) dando il via alla crisi di Governo che si paventava da qualche giorno. Il premier Giuseppe Conte ha accettato le dimissioni in apertura del consiglio dei ministri di questa sera: «mi sono state comunicate attraverso una comunicazione via mail – ha detto – e le accetto. Naturalmente questa sera ho informato della situazione il Presidente Mattarella. Purtroppo – ha proseguito – IV si è assunta la grave responsabilità di aprire una crisi di governo».

«È molto più difficile lasciare una poltrone che aggrapparsi allo status quo – ha sottolineato Renzi – noi viviamo una grande crisi politica, stiamo discutendo dei pericoli legati alla pandemia. Davanti a questa crisi il senso di responsabilità è quello d risolvere i problemi, non nasconderli». Il leader di Italia Viva ha dichiarato che la crisi non è stata aperta da loro: «è aperta da mesi». Matteo Renzi si è poi detto assolutamente incrollabile nella fiducia verso il presidente della Repubblica Mattarella, eletto ad arbitro della situazione governativa, e ha dichiarato la necessità di affrontare tre punti che definisce “cardine“: il metodo, perché contesta l’utilizzo «ridondante» delle dirette tv e dei decreti legge, il rispetto delle regole democratiche e il Mes, che resta un “grande problema“. «Mes vuol dire più fondi per la sanità, non prenderli per un motivo ideologico è inspiegabile, irresponsabile».

«C’è una drammatica emergenza da affrontare ma non può essere l’unico elemento che tiene in vita il Governo – rimarca – rispondere alla pandemia significa avere desiderio e bisogno di sbloccare i cantieri e agire sulle politiche industriali».

Tuttavia, Matteo Renzi assicura: nessuna pregiudiziale su Giuseppe Conte. «Non c’è ipotesi di un nostro Governo che ribalti e si butti con un accordo sulla destra. Non abbiamo mai fatto un Governo con Salvini e non è questo il momento per iniziare».

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Vaccinazioni: Israele, Gran Bretagna e Usa i migliori della classe
Tel Aviv, Londra e Washington guidano la classifica della somministrazione delle dosi. …
Pensioni, nel 2020 aumentano quelle di vecchiaia, diminuiscono quelle anticipate
Ad aumentare sono soprattutto le pensioni di vecchiaia dei lavoratori dipendenti del …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: