Dom, 13 Giugno
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Covid, giù l’avvio di nuove imprese: -63 mila dal primo lockdown

Molti sono stati scoraggiati nell’avviare nuove attività, vista la precarietà economica e lavorativa del periodo

La pandemia da Covid-19 frena la natalità delle imprese. Secondo quanto emerge della fotografia scattata da Unioncamere – InfoCamere si registrano -63 mila dal primo lockdown con le iscrizioni nel primo trimestre 2021 che sono state pari a 103.597.

Questo crollo è direttamente collegato al clima di fiducia: data la situazione pandemica molti sono stati scoraggiati nell’avviare nuove attività, vista la precarietà economica e lavorativa del periodo.

Le cessazioni effettive rilevate nel primo trimestre dell’anno dal Registro delle Imprese sono state pari a 98.491 unità, un dato che, anche sommato alle cancellazioni decise d’ufficio dalle Camere di commercio a seguito di una prolungata inattività delle imprese (di norma non considerato dalle rilevazioni Movimprese), porterebbe tecnicamente il totale delle chiusure complessive a 106.598, confermando la sostanziale stagnazione del saldo tra iscrizioni e cessazioni.

Si tratta comunque di un valore di gran lunga inferiore rispetto alla serie dei primi trimestri degli ultimi 10 anni, tutti sempre chiusi in campo negativo, per cui è ragionevole stimare l’esistenza di una “platea nascosta” di imprese che in altre circostanze avrebbero già chiuso i battenti.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/LUCA ZENNARO

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus Irpef 2021, ecco come funziona la misura per dipendenti
Previsti 100 euro in busta paga a chi ha un reddito non …
Trasporto aereo, il 18 giugno sciopero di quattro ore
Dalle 13 alle 17, l'annuncio dei sindacati Il prossimo venerdì 18 giugno …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: