Gio, 24 Giugno
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Cresce la propensione alla sostenibilità per 9 italiani su 10

Più attenzione a riciclo e classe energetica

Con la pandemia sono cambiate molto le abitudini degli italiani e anche l’attenzione dedicata ad alcuni aspetti della vita quotidiana, soprattutto per quanto riguarda la sostenibilità. Secondo i dati emersi dall’Osservatorio condotto da Compass in vista della Giornata mondiale dell’ambiente il prossimo cinque giugno, gli italiani fanno più attenzione agli sprechi, scelgono cibi biologici, si muovono verso un concetto più circolare dell’economia e hanno investito sulla mobilità green con il boom delle biciclette e dell’eBike.

Per il 48% degli intervistati la sostenibilità ambientale è un tema fondamentale, a cui si aggiunge il 43% che lo ritiene abbastanza importante. Inoltre, il 95% fa attenzione agli sprechi e il 94% alla raccolta differenziata, e 9 su 10 riutilizzano tutto ciò che può avere una seconda vita.

Sulla stessa scia, cambiano anche le abitudini di acquisto: il 92% delle persone fa attenzione alla classe energetica degli elettrodomestici, il 69% compra cibi a km zero, il 68% evita di comprare prodotti in confezioni di plastica o monouso. Il 55% verifica che cosmetici, vestiti e accessori siano ecosostenibili, il 55% compra cibo biologico. Inoltre, l’80% dei consumatori afferma di essere disposto a spendere di più per prodotti ecosostenibili, ma per il 46% di questi ultimi non oltre la misura del 10%.

Secondo la ricerca Compass anche le abitudini tra le mura domestiche cambiano: 6 intervistati su 10 hanno cambiato le lampadine con i led a basso consumo, il 54% ha sostituito un vecchio elettrodomestico con uno nuovo di classe superiore, il 24% ha dichiarato di aver effettuato interventi di efficientamento agli impianti di riscaldamento o trattamento aria e il 17% ha sostituito gli infissi. Più basse ma comunque importanti le percentuali di chi ha installato un impianto fotovoltaico, l’8%, e di chi ha fatto interventi di cappotto termico, il 7%.

Per quanto riguarda la mobilità, il cambiamento c’è ma è più lento: il 72% degli italiani continua a usare l’auto, ma il 49% preferisce muoversi a piedi. Il 19% usa bici o eBike. Per quanto riguarda gli acquisti, il 66% degli italiani è pronta a scegliere un modello ibrido, il 47% un’auto totalmente elettrica. Il car sharing invece è usato dal 16% dei cittadini, con punte che arrivano al 31% tra gli under 25.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:  

Bce, la ripresa si rafforza ma attenzione alle varianti
Bisogna mantenere condizioni di finanziamento favorevoli per ridurre l’incertezza e rafforzare la …
Sanità, sei no-vax? Ed io non ti faccio lavorare. In Calabria sospesi 15 operatori sanitari
Il commissario dell'Asp di Reggio Calabria li aveva prima diffidati chiedendo loro …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: