Lun, 21 Giugno
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Criptovaluta, in Toscana la moneta per il mondo del vino

Si chiama Bitwino: il Bitcoin ripagato in bottiglie

In Toscana un imprenditore ha trasformato le sue vigne in mercati per criptovalute. Marco Mazzarrini e la sua famiglia possiedono le tenute vinicole di Poggio Amorelli a Castellina in Chianti, Poggio ai Laghi a Monteriggioni, i vitigni Poggio Barbone a Magliano e l’Acetaia Mazzarrini a Modena, dove producono aceto balsamico Dop e Igp.

Ma la vitivinicoltura fa fatica a stare al passo con la rapidità richiesta dal mondo moderno e per questo la famiglia Mazzarrini ha ideato Metodo Nuovo, un progetto studiato per formare i giovani. Per metterlo in piedi però serve un milione di euro che verrà raccolto attraverso la Ico, Inital Coin Offering, una forma di crowdfunding finanziario, di Bitwino: ovvero la criptovaluta di un nuovo conio che sarà negoziata sulla piattaforma Ethereum.

Come garanzia degli investitori c’è il vino prodotto nelle tenute di famiglial’investimento minimo richiesto per partecipare è di 500 euro e, nel caso in cui l’investitore decida di recedere dall’operazione e di vendere i BitWino otterrà l’equivalente di quanto investito in bottiglie di vino delle tenute Mazzarrini.

Per il momento hanno aderito al progetto quattro aziende, due nella Napa Valley californiana e due in Svizzera: secondo Mazzarrini per arrivare a coprire il fabbisogno d’avvio del progetto bisogna arrivare almeno a 10.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche: 

Trasporto Sud Italia, WeBuild si aggiudica (anche) la tratta Orsara-Hirpinia per oltre un miliardo di euro
Il tracciato misura circa 28 km, di cui 27 sviluppati in galleria. …
Banche, JP Morgan acquisisce Nutmeg per un miliardo di dollari
L'obiettivo è crescere nei servizi digitali e tenere il passo delle challenger …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: