Mer, 08 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Wise, pronto il debutto alla Borsa di Londra

E’ la prima quotazione diretta di una società tecnologica a Londra. La società ha oltre 10 milioni di clienti e trasferisce cinque miliardi di sterline per loro conto ogni mese

Wise debutta in Borsa. La società britannica di trasferimento di denaro, precedentemente conosciuta come TransferWise, si quoterà al London Stock Exchange tramite direct listing. E’ la prima quotazione diretta di una società tecnologica a Londra.

L’operazione dovrebbe valutare la società più di cinque miliardi di sterline ed il titolo sarà ammesso alle negoziazioni in questa settimana. La società ha oltre 10 milioni di clienti e trasferisce cinque miliardi di sterline per loro conto ogni mese.

Il direct listing prevede che Wise non emetta delle nuove azioni, ma si limiti ad offrire agli investitori il suo stock privato. «Stiamo adottando misure per diventare una società pubblica in modo trasparente ed equo – ha detto in una conferenza stampa Kristo Kaarmann, CEO e co-fondatore di Wise. – Abbiamo scelto una quotazione diretta perché tutti hanno la stessa opportunità di possedere una parte di Wise, dalle grandi istituzioni ai clienti. È meno costoso di un’IPO, il che ci aiuta a contenere i costi e in definitiva ci aiuta nella nostra missione di abbassare i prezzi».

Wise è stata fondata nel 2010 dagli amici estoni Taavet Hinrikus e Kristo Käärmann. Preoccupati per le alte tasse che si devono pagare per inviare denaro tra il Regno Unito e l’Estonia, hanno elaborato un nuovo modo per fare trasferimenti transfrontalieri al tasso di cambio reale. Il servizio è diventato fin da subito popolare tra i britannici e si è espanso rapidamente oltreoceano.

La società ha oltre 10 milioni di clienti e e trasferisce cinque miliardi di sterline per loro conto ogni mese. I suoi maggiori azionisti sono i fondatori Käärmann e Hinrikus, che possiedono rispettivamente il 18,8% e il 10,9% della società. Il principale investitore esterno della start-up è Valar Ventures di Peter Thiel, che detiene una quota del 10,2%.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/NEIL HALL

Ti potrebbe interessare anche:

Bce, Lagarde: “clima e cyberattacchi le nuove minacce alla stabilità finanziaria”
"Hanno caratteristiche comuni che vanno neutralizzate" I cambiamenti climatici ed i cyber …
Usa, vendute all’asta spada e pistole di Napoleone
Un ignoto acquirenti ha comprato il lotto al telefono per oltre 2,8 …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: