Ven, 06 Agosto
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Bonus acqua potabile, le regole per ottenerlo

Si tratta di un credito di imposta del 50%

Il bonus acqua potabile è un’agevolazione voluta dal Governo per favorire l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare. Prevede un credito d’imposta del 50% per le spese sostenute e può essere utilizzato sia dalle persone fisiche sia dai soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni, ma anche dagli enti non commerciali.

L’obiettivo del bonus è migliorare a livello qualitativo l’uso delle acque pubbliche e razionalizzarle, oltre a ridurre il consumo di contenitori in plastica.

L’importo massimo di spesa su cui calcolare il credito d’imposta non può essere superiore a mille euro per le persone fisiche e cinque mila euro per gli altri soggetti per ogni unità immobiliare. Per essere valide le spese dovranno essere sostenute dal primo gennaio 2021 al 31 dicembre 2022, inoltre i pagamenti dovranno essere effettuati in modalità tracciabile e occorrerà documentarli con fattura elettronica o documento cartaceo.

La domanda va inoltrata all’agenzia delle entrate in via telematica tra il primo e il 28 febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese agevolabile. Le informazioni andranno in un secondo momento comunicate anche all’Enea per il monitoraggio.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus affitti, ecco fino a quando si può richiedere
L'agevolazione è limitata ai Comuni ad alta tensione abitativa Il bonus affitti …
Cybersicurezza, ecco come scegliere una password efficace
Le linee guida: parole lunghe e mai di senso compiuto Lo smart …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: