Mar, 27 Luglio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Aspi, la società non rimedia e l’Antitrust avvia un procedimento di inottemperanza

La società non ha cessato la pratica scorretta accertata lo scorso marzo e non ha ridotto il costo del pedaggio nei tratti con disservizi e code

Autostrade per l’Italia resta nel mirino dell’Antitrust. Ed il motivo è chiaro: Aspi non ha cessato la pratica scorretta accertata lo scorso marzo (ne abbiamo parlato qui), non ha ridotto il costo del pedaggio e/o non ha adottato alcuna procedura per riconoscere agevolazioni tariffarie e rimborsi per le tratte autostradali in cui si verificano rilevanti criticità nella viabilità a causa di lavori straordinari per la messa in sicurezza delle infrastrutture che risentono di gravi carenze nella gestione e nella manutenzione.

Nonostante la multa salata da cinque milioni di euro, Autostrade per l’Italia, concessionaria della gestione e della manutenzione di oltre 3.000 km di rete autostradale nel nostro Paese, non ha mosso un dito per risolvere i problemi.

Per questo l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) ha annunciato di avere avviato un procedimento di inottemperanza.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/ANGELO CARCONI

Ti potrebbe interessare anche:

Piazza Affari in calo, interrotto flusso positivo
Mercati in attesa di Fed e trimestrali big Tech Giornata difficile per …
Patenti, validità prorogata fino al marzo 2022
Nuovi termini anche per esami e foglio rosa È stata prorogata la …
Piazza Affari in calo, interrotto flusso positivo
Mercati in attesa di Fed e trimestrali big Tech Giornata difficile per …
Patenti, validità prorogata fino al marzo 2022
Nuovi termini anche per esami e foglio rosa È stata prorogata la …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: