Dom, 19 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Esonero canone Rai: chi potrà fare domanda e come

Le richieste vanno presentate entro il 20 agosto

C’è tempo fino al 20 agosto per presentare la domanda di esonero del canone Rai 2021.

 Il canone Rai è una tassa applicata al possesso del televisore che viene applicata a tutti i nuclei familiari che possiedono almeno un apparecchio, a prescindere dall’utilizzo e dalla fruizione dei canali televisivi. La misura, introdotta da un decreto regio nel 1938, attualmente ammonta a 90 euro all’anno dal 2016. Solitamente il pagamento avviene tramite la bolletta elettrica, all’interno della quale viene inserito un onere di 9 euro al mese per 10 mesi.

Solitamente la scadenza per presentare la domanda di esonero dal canone Rai è doppia: la prima al 30 aprile 2021, per gli anziani che hanno già compiuto i 75 anni di età entro il 31 gennaio. La seconda al 31 luglio, ora slittata al 20 agosto, per gli anziani che hanno compiuto i 75 anni entro il mese di luglio per l’esenzione relativa al secondo semestre dell’anno.

Per ottenere l’esonero è infatti necessario presentare determinati requisiti, tra i quali: reddito annuo proprio e del coniuge non superiore a 8 mila euro; aver compiuto 75 anni; non essere conviventi con soggetti titolari di reddito proprio (colf, badanti e collaboratori domestici).

Per quanto riguarda il limite d’età, potranno presentare domanda coloro che hanno compiuto 75 anni entro il 31 luglio 2021, al fine di beneficiare della cancellazione pari alla metà dell’importo totale del canone annuo. La domanda può essere presentata esclusivamente nel caso di possesso di una o più televisioni nella casa in cui è fissata la residenza.

Le domande di esonero vanno presentate con modulo relativo di dichiarazione sostitutiva scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate. Dovranno essere indicati i dati anagrafici del soggetto e l’anno per il quale ricorrono le condizioni per beneficiare dell’esenzione dal pagamento del canone tv. Sarà altresì necessario barrare la casella apposita nel caso in cui il richiedente non sia coniugato o unito civilmente ad altra persona e indicare che nell’anno d’imposta precedente non è stato superato il limite di reddito di 8 mila euro.

La domanda compilata può essere inviata in diverse modalità: firmata digitalmente; tramite posta elettronica certificata all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it; a mezzo del servizio postale in plico raccomandato all’indirizzo Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino; consegnata dall’interessato presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

LEGGI ANCHE: TV, dal 23 agosto al via il bonus rottamazione

Ti potrebbe interessare anche:

L’arte all’asta: il Met batte foto e duplicati delle opere in collezione per far fronte alla crisi
Il museo newyorkese venderà in totale 219 duplicati per una cifra stimata …
Rincari bollette, Giorgetti: “il Governo saprà tamponare”
Secondo il ministro dello Sviluppo economico, è l'Europa che deve attuare politiche …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: