Mar, 28 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Fronte anti-Covid, Pechino rimanda l’approvazione di Pfizer e punta sui suoi vaccini

Il via libera era atteso per luglio ma questo potrebbe minare la reputazione di Sinovac e Sinopharm e rallentare i piani di vaccinazione di Xi Jinping, che vuole somministrare la seconda dose all’80% della popolazione entro ottobre

Pechino rimanda l’approvazione del vaccino targato Pfizer per scommettere totalmente su Sinovac e Sinopharm. Il via libera totale al siero a base di mRna era infatti atteso a luglio, ma le autorità cinesi hanno deciso di attendere perché l’ok potrebbe minare la reputazione dei sieri domestici, rallentando così le loro somministrazioni e scombinando i piani di Xi Jinping. In un discorso pubblicato sul sito ufficiale della provincia di Anhui, il presidente cinese ha dichiarato di puntare alla vaccinazione completa di 1,1 miliardi di persone (circa l’80% della popolazione cinese totale) entro fine ottobre. Per adesso sono 889 milioni i cittadini che hanno già ricevuto due dosi, oltre il 63% della popolazione.

L’efficacia di Sinovac e Sinopharm non è minimamente paragonabile a quella del vaccino targato Pfizer. Nei casi sintomatici è rispettivamente del 51% e del 79%, a fronte del 95% dimostrato da BioNTech. Al contrario di Pfizer, inoltre, nessuna delle due formulazioni si appoggia alla tecnologia mRna e non è ancora chiara l’efficacia in caso di variante Delta. Tant’è che, seppur entrambi approvati dall’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), nessuno dei due ha ancora raggiunto il lasciapassare dell’Unione Europea e non sono nemmeno presi in esame dalla Food and Drug Administration.

Insomma il via libera in Cina di Pfizer getterebbe un’ombra importante sui vaccini domestici. Ma non sono solo gli ambiziosi piani di vaccinazione a rallentare la sua approvazione. L’Accademia di Scienze mediche militari cinesi, infatti, sta collaborando con le big pharma Abogen Biosciences e Walvax Biotechnology per sviluppare un vaccino basato sull’mRna e competere così direttamente con Pfizer. Al momento la formulazione è in fase di sperimentazione.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/ANGELO CARCONI

Ti potrebbe interessare anche:

Francia, aumenta l’ottimismo dei consumatori
A settembre sono diminuiti i timori delle famiglie sull'andamento della disoccupazione, mentre sono …
Danieli, l’utile vola oltre gli 80 milioni. In crescita del 57% il margine operativo netto
L'ebitda è salito del 33%, mentre il portafoglio ordini ha toccato i …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: