Gio, 23 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Banfi, polemiche per lo spot Tim: via la citazione cult

L’esclamazione era finita nei giorni scorsi nel mirino del Moige

È poco chiara la vicenda che ha portato alla rimozione della celebre esclamazione-tormentone di Lino Banfi “Porca puttena” dal nuovo spot della Tim.

Nei giorni scorsi per TimVision era stata messa in onda questa pubblicità in cui si faceva un chiaro riferimento al film L’allenatore nel pallone tramite l’esclamazione che Banfi pronunciava nei panni di Oronzo Canà, uno dei suoi personaggi più popolari e più amati.

Tuttavia questo “porca puttena” era stato preso di mira dal Movimento Italiano Genitori all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria e dal Comitato Tv Minori che avevano denunciato si trattasse di una violazione dei diritti dei minori.

Lo spot è stato modificato ma, a detta di Tim, non è successo per via dell’espressione incriminata di per sé e tantomeno per la denuncia fatta dal Moige. Anzi: «non risulta nessun provvedimento del Giurì dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria o del Comitato Media e Minori – ha fatto sapere Tim – e pertanto non vi è stata nessuna censura. La diffusione degli spot previsti a supporto dell’offerta calcio sta proseguendo secondo quanto pianificato lo scorso luglio».

Peraltro la celebre citazione di Banfi era tornata in auge già questa estate durante gli Europei, quando l’attaccante napoletano Ciro Immobile l’aveva pronunciata a favore di telecamera per omaggiare il comico pugliese, che prima del match aveva mandato un messaggio alla squadra interpretando il suo personaggio-allenatore e spingendo per un’azione Spinazzola-Immobile che poi si è effettivamente verificata e ha portato al goal.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Vaccini, arriva l’ok dalla Fda alla terza dose di Pfizer per gli over 65
Draghi: "l'Italia donerà 45 milioni dosi entro l'anno ai Paesi più poveri. …
Fed, niente tapering ma solo per ora. Tassi fermi, confermato l’acquisto di titoli
Se i progressi continueranno come previsto, un rallentamento è nell’ordine delle cose …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: