Mer, 20 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Pa, si torna in presenza entro la fine di ottobre. E lo smart working diventa una eccezione

Il decreto messo a punto da Brunetta parla chiaro: dal 15 di ottobre si torna in presenza ed il lavoro agile potrà essere svolto solo a determinate condizioni

Tutti in presenza entro il 30 ottobre. Tra la metà e la fine del mese i dipendenti della pubblica amministrazione torneranno ai loro posti di combattimento.

Secondo il decreto messo a punto dal ministro Brunetta si partirà con la presenza in servizio del personale di sportello o addetto a ricevere gli utenti e nei settori che erogano servizi all’utenza. 

Il lavoro agile sperimentato durante la pandemia invece diventerà l’eccezione. E Brunetta ha posto diverse condizioni per effettuare lo smart working. Intanto lavorare da remoto non deve ridurre la fruizione dei servizi. Il lavoro in presenza dovrà essere prevalente e le amministrazioni dovranno provvedere alla rotazione del personale. Dovranno inoltre dotarsi di una piattaforma digitale o di un cloud per garantire la riservatezza dei dati e delle informazioni. Infine gli accordi individuali per il lavoro agile dovranno definire obiettivi, modalità e tempi di esecuzione e disconnessione, fasce di contattabilità e criteri di misurazione della prestazione, oltre alla previsione di un piano di smaltimento del lavoro arretrato.

Spuntano anche i mobility manager, il cui compito sarà quello di pianificare gli spostamenti da casa al lavoro.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/CLAUDIO PERI

LEGGI ANCHE: Green pass, l’estensione ai lavoratori ora è legge

Ti potrebbe interessare anche:

Piazza Affari chiude in rialzo, ad un soffio dal suo massimo in 13 anni
Bene le banche, male Nexi e Ferrari Piazza Affari chiude in rialzo …
Acri, metà delle famiglie ha finito i risparmi
Un quinto dichiara di essere stato colpito direttamente dalla crisi negli ultimi …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: