Mar, 26 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Pandora Papers, Cile: opposizione accusa Pinera

Il presidente secondo l’inchiesta sarebbe coinvolto nella vendita di una società mineraria dei figli

I Pandora Papers hanno fatto letteralmente tremare il mondo della politica internazionale (leggi qui).

A seguito della lettura dell’inchiesta, i deputati dell’opposizione cilena si stanno preparando a presentare un’accusa parlamentare che potrebbe portare alla rimozione del presidente Sebastian Pinera.

Pinera, infatti, secondo i file, sarebbe coinvolto nella vendita di una società mineraria con interessi personali.

L’operazione risale al 2010: la società mineraria Dominga venne venduta a Carlos Delano, amico del presidente, per 152 milioni di dollari e la transazione andò in porto attraverso una società di proprietà dei figli di Pinera.

L’opposizione cilena si è mossa per stabilire le responsabilità di Pinera: se queste fossero accertate, si potrebbe arrivare alla rimozione 6 settimane prima del primo turno delle elezioni presidenziali.

«È un’accusa basata su una menzogna – ha ribattuto il ministro e portavoce della presidenza Jaime Bellolio – unicamente su ragioni politiche ed elettorali a breve termine che frantumano l’idea di democrazia».

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

LEGGI ANCHE: Pandora Papers, lo scandalo sfiora la Regina Elisabetta

LEGGI ANCHE: Pandora Papers, Giordania: la casa reale respinge il rapporto

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus 600 euro, in arrivo l’indennità per i datori di lavoro
Spetta una tantum a chi ha l'onere della malattia dei lavoratori in …
Pagamento in contanti, cosa cambia nel 2022
Dal 1 gennaio scatta il nuovo limite a mille euro per i …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: