Lun, 18 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

La catena di Sant’Antonio dei vaccini

Una forma di incentivazione economica per chiunque incoraggi amici e parenti a vaccinarsi: è l’ultima iniziativa del Consiglio federale svizzero

Ci si può pagare appena una cena per due in un ristorante poco costoso, ma è meglio di niente: è la cifra, pari a 50 franchi svizzeri, a cui ammonterebbe il bonus elargito dal governo di Berna a tutti i cittadini in grado di incoraggiare parenti, amici, vicini, colleghi o semplici conoscenti ad aderire alla campagna vaccinale, che nella Confederazione Elvetica, perlomeno per il momento, sta viaggiando a rilento.

Solo il 57% degli abitanti dei 26 cantoni ha completato il ciclo di immunizzazione anti Covid e siccome pecunia non olet si punta molto sul desiderio della popolazione di concedersi qualche serata al cinema o al ristorante, che sarebbero le principali destinazioni previste per l’impiego del bonus.

Per la patria di Guglielmo Tell, tuttavia, contare sull’azione individuale potrebbe non bastare: proprio per questo è in programma l’organizzazione di una settimana nazionale dedicata alla vaccinazione, evento volto a fornire, soprattutto agli scettici, informazioni sull’indispensabilità del vaccini, ma anche sui suoi potenziali, ancorché ridotti, effetti collaterali.

Si tratta di una manovra di sensibilizzazione, sì, ma è anche la via d’uscita più sostenibile a fronte dei costi molto consistenti dei test. Basti pensare che ormai sono gratuiti soltanto per i minori di 16 anni mentre, in generale, ogni settimana pesano per 50 milioni di franchi, ovvero 46 milioni dei nostri euro. Per non parlare poi dei costi esosi legati ai ricoveri ospedalieri, che gravano sulle tasche di ogni persona contagiata per 50 mila franchi svizzeri, ovvero la bellezza di 46 mila euro.

Sono cifre che sulla lunga distanza rischiano di avere ripercussioni pesanti sull’economia del Paese: il tandem costituito dall’incentivo economico e dall’instaurazione della settimana nazionale inciderebbe una tantum sulle finanze dello Stato per “soli” 150 milioni di franchi.

di: Andrea BOSCO

FOTO: ANSA/LUCA ZENNARO

LEGGI ANCHE: Vaccini, 6 euro ai farmacisti per ogni vaccinazione

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus spesa, si può richiedere in cinque città italiane
Approvata una nuova tranche in alcuni Comuni italiani Sono stati riaperti i …
Ue, transizione energetica: rischio potenziale mille miliardi
Il rapporto del servizio studi del Parlamento Ue Secondo un rapporto predisposto …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: