Lun, 25 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Tassa minima multinazionali, Irlanda dice sì all’accordo del 15%

Il Governo abbandona la politica delle tasse ridotte

L’Irlanda ha detto sì all’accordo internazionale del 15% per la tassa minima per le multinazionali (ne abbiamo parlato qui).

Un passo annunciato dal ministro Paschal Donohoe, ministro delle Finanze irlandese, in una conferenza stampa. Fino a questo momento, Dublino prevedeva un’imposta sulle società al 12,5%.

L’Irlanda abbandona perciò la politica di tasse ridotte, una decisione che in serata comunica di aver preso anche l’Estonia. «Ci uniamo all’accordo sulla global tax – ha detto la premier Kaja Kallas – non cambierà nulla per la maggior parte degli operatori economici dell’Estonia, e riguarderà solo le filiali dei grandi gruppi multinazionali».

L’Europa si è congratulata con l’Irlanda per il passo importante compiuto verso quello che viene definito “un sistema fiscale globale più equo“.

L’intesa sulla minimum tax del 15% sulle multinazionali è stata raggiunta lo scorso luglio durante il G20 a Venezia, ma durante quelle prime settimane Irlanda, Ungheria ed Estonia avevano rifiutato di firmare l’accordo.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Usa, il co-fondatore di Twitter lancia l’allarme: “si rischia l’iperinflazione”
Secondo il presidente della Fed Powell l'inflazione elevata potrebbe proseguire anche per …
Michael Jordan, asta da record per le sue sneakers: battute per 1,47 milioni
Le Nike Air Ships di Jordan sono le prime a superare il milione di …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: