Ven, 03 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Bonus casa, le novità nel campo delle ristrutturazioni

Il Superbonus è stato differenziato mentre le altre misure sono state depotenziate

Con il testo della Manovra, approvato dal Consiglio dei ministri e atteso ora in Parlamento (leggi qui), i bonus casa sono stati rivisti e rivalutati.

Il nodo principale sul tavolo è ancora quello del Superbonus. Secondo quanto stabilito finora, l’agevolazione scadrà il 30 giugno 2022 per le case indipendenti unifamiliari; per le abitazioni che hanno presentato in Comune entro il 30 settembre 2021 la Cila o le comunicazioni relative a opere di demolizione e ricostruzione, la scadenza è prorogata al 31 dicembre 2022. Stesso discorso per i proprietari con Isee fino a 25 mila euro.

Per quanto riguarda i condomini, l’agevolazione resterà in vigore invece fino al 31 dicembre 2023, dopodiché nel 2024 scenderà al 70% e nel 2025 al 65%.

Per quanto riguarda case popolari e cooperative, il termine ultimo per il Superbonus è il 31 dicembre 2023 ma solo nel caso che entro il 30 giugno dello stesso anno sia stato ultimato il 60% dei lavori.

Per il Superbonus sarà possibile usufruire della cessione del credito e dello sconto in fattura, che andranno invece a decadere per altre tipologie come il bonus facciate, ristrutturazione, sismabonus, ecobonus e bonus verde.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Vendita di moto e scooter: a novembre +16% dal 2019
Il dato mensile conferma il trend positivo del 2021 I dati sulle …
Polizza obbligatoria per sciare, Assoutenti: “settimana bianca diventa un salasso”
Le multe per chi è sprovvisto di assicurazione vanno dai 100 ai …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: