Mer, 26 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Il 53,4% delle aziende italiane si ritiene più competitivo della concorrenza Ue

Qualità di prodotti e servizi, customer service e professionalità dei dipendenti sono le caratteristiche ritenute vincenti dalla nostra rete imprenditoriale

Le aziende italiane sono sempre più sicure di sé. Una fiducia espressa in termini di competitività rispetto alle altre imprese europee, confermata dall’ultima ricerca commissionata da Hsbc. Il report 2021 Italy goes global rappresenta uno degli studi più estesi mai realizzati sull’argomento. Per l’occasione sono state intervistate oltre 800 imprese italiane di medie e grandi dimensioni; il 53,4% di esse si ritiene più competitiva rispetto alla concorrenza europea.

In una scala di autovalutazione da uno a cinque, le risposte delle aziende si attestano su un valore medio di 3,64. Quando è stato chiesto di specificare i vantaggi che, secondo loro, le rendevano più competitive, le aziende hanno indicato principalmente la qualità dei propri prodotti e servizi, il customer service, la professionalità dei dipendenti (indicatore che si alza sopra la media nel settore delle costruzioni).

Fra gli altri vantaggi competitivi evidenziati dalle aziende ci sono anche i fornitori locali e il sistema di istruzione e formazione, tanto a livello tecnico e professionale quanto a livello universitario.

A livello settoriale, si ritengono più competitive le aziende manifatturiere (ha risposto positivamente il 60,7% delle imprese intervistate), in particolar modo quelle nell’ambito metalmeccanico che si è mostrato particolarmente orgoglioso dei propri dipendenti e dell’innovazione dei processi produttivi (68,4%). Geograficamente parlando, è il Nord Ovest il più convinto della propria competitività (57,5%).

Non mancano, naturalmente, le autocritiche. Le imprese sono convinte di poter migliorare, rispetto ai propri competitor europei, in termini di burocrazia e di incentivi per l’avvio di nuove attività. Manager e imprenditori sottolineano anche la necessità di potenziare le reti infrastrutturali e immateriali (dalla banda larga al Wi-fi).

Nel complesso, conferma questo giudizio positivo sulle nostre imprese il ceo di Hsbc in Italia Gerd Pircher che commenta: «forti degli innumerevoli motivi per essere fiere dei propri punti di forza, le aziende italiane hanno un mare di opportunità da cogliere».

di: Marianna MANCINI

FOTO: EPA/JEROME FAVRE

Potrebbe interessarti anche:

Lavoro, il retail continua a soffrire
Secondo un'analisi condotta dall'agenzia Jobtech il settore della vendita al dettaglio è …
Anche Falcone e Borsellino nella Collezione Numismatica 2022
17 monete celebrano avvenimenti storici e personaggi cardine della cultura italiana. C'è …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: