Ven, 20 Maggio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Private equity, boom di investimenti in Italia: +123% nel 2021

La raccolta si è attestata a 5,7 miliardi, +119% sul 2020. A livello settoriale, primo posto per l’Ict, con il 28% delle operazioni, seguito dai beni e servizi industriali, 14%, e dal medicale, 12%

E’ record nel 2021 in Italia per il mercato del private equity, una sfera/categoria di investimenti finanziari mediante la quale un’entità apporta nuovi capitali, e dunque finanzia, una società target con l’acquisto di azioni e/o sottoscrivendo azioni di nuova emissione apportando nuovi capitali all’interno dell’obiettivo. Stando ai dati Aifi quello appena trascorso è stato il miglior anno di sempre per valore degli investimenti: 14,7 miliardi, in crescita del 123% rispetto all’anno precedente. La raccolta si è attestata a 5,7 miliardi, +119% sul 2020.

Il top raggiunto nel primo caso è dovuto anche alla crescita nel comparto delle infrastrutture, dove sono stati investiti 7.671 milioni di euro (contro i 1.322 del 2020). Altri 5,3 miliardi arrivano dalle operazioni di buy out, 858 milioni dagli aumenti di capitale per le espansioni aziendali (+142%). Il venture capital incide per 600 milioni di euro.

Per quanto riguarda la raccolta la componente domestica ha rappresentato l’89%, il peso di quella estera è stato quindi del’11%. A livello settoriale al primo posto si piazza l’Ict, con il 28% delle operazioni, seguito dai beni e servizi industriali, 14%, e dal medicale, 12%.

«Un anno eccezionale con risultati importanti, non bisogna stupirsi: veniamo da un periodo straordinario, quello della pandemia, nel quale abbiamo rimodellato la nostra vita. C’è stata una forte necessità di investimenti e di riaggregazoine delle imprese, con il private equity che ha avuto un ruolo strategico per spingere innovazione e crescita delle aziende», ha detto Innocenzo Cipolletta, presidente Aifi.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: SHUTTERSTOCK

Ti potrebbe interessare anche:

Palamar: “resto dentro Azovstal”
Secondo i media russi, Sviatoslav “Kalina” Palomar aveva abbandonato l’acciaieria Azovstal ieri …
Russia: “metà dei clienti europei di Gazprom ha già aperto conto in rubli”
Lo ha dichiarato il vicepresidente della Federazione Russa Novak Il vicepresidente della …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: