Gio, 26 Maggio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Ue, le stime del Pil crollano dal 4% a 2,7%

Sulle previsioni primaverili della Commissione pesano soprattutto la guerra e l’inflazione, stimata al 6,1% anziché al 3,5% inizialmente previsto

Il taglio delle stime di crescita dell’Eurozona è stato confermato dalla Commissione europea, che per il 2022 annuncerà una regressione dal 4% atteso a febbraio al 2,7%.

Le previsioni di primavera di Bruxelles, che saranno presentate lunedì 16 maggio, vedono invece al rialzo l’inflazione che toccherà quota 6,1% a dispetto del 3,5% inizialmente previsto.

A incidere sulle stime sono state soprattutto “l’invasione russa dell’Ucraina e le sanzioni imposte a Mosca”, da cui sono dipese una serie di conseguenze che hanno “oscurato” le prospettive di crescita dell’economia europea e mondiale.

Andiamo quindi incontro a una contrazione generalizzata che in Italia si tradurrà con un taglio di oltre un punto e mezzo delle stime del Pil.

Lo stesso commissario europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni, nei giorni scorsi aveva preannunciato che le stime invernali sull’Eurozona, attorno al 4%, sarebbero state riviste in quanto ormai “fuori portata” (leggi qui).

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/TWITTER

Potrebbe interessarti anche:

Fosse comuni a Lugansk
Sono 29 i giornalisti uccisi dall'inizio nel conflitto A Lysychansk, nella Regione …
Chiusura positiva per Wall Street
Il Dow Jones chiude a +0,60%, il Nasdaq a +1,51% Wall Street …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: