Gio, 24 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

OPS, Intesa Sanpaolo rilancia su Ubi con 650 milioni cash

Ex Popolare sale di oltre l’11%

Intesa Sanpaolo ha messo sul piatto ulteriori 652 milioni di euro cash per convincere i soci Ubi ad aderire all’offerta partita lo scorso 6 luglio. In pratica al corrispettivo in azioni, pari a 1,7 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo di nuova emissione in esecuzione dell’aumento di capitale al servizio dell’Offerta, il cda della banca ha deciso di aggiungere un corrispettivo in denaro pari a 0,57 euro. Sulla base del prezzo ufficiale delle azioni di Intesa Sanpaolo rilevato alla chiusura del 14 febbraio 2020 (pari a 2,502 euro), il corrispettivo unitario aumentato esprime una valorizzazione pari a 4,824 euro per ciascuna azione di UBI Banca e dunque incorpora un premio del 44,7% rispetto al prezzo dell’azione Ubi Banca registrato il 14 febbraio 2020.

Dopo il rilancio dell’Offerta pubblica di scambio il titolo di Ubi a Piazza Affari segna un rialzo dell’11,29% a 3,63 euro.

Nel frattempo il fronte delle adesioni cresce. Dopo il sì di Cattolica, che detiene l’1% (leggi qui), si sono espressi a favore dell’operazione il Sindacato azionisti bresciano (che controlla il 7,67% % del capitale), la Fondazione Banca del Monte di Lombardia (che detiene il 3,95%) (guarda qui) e successivamente all’annuncio del rilancio di Intesa anche la Fondazione Cassa di risparmio di Cuneo (socio con il 5,9%). Complessivamente Intesa Sanpaolo ha già dalla sua il 17,5% del capitale.

di: Maria Lucia PANUCCI

LEGGI ANCHE: Intesa-Ubi, arriva il sì condizionato dell’Antitrust all’ops

Ti potrebbe interessare anche:

Atlantia, il CdA approva la procedura “dual track”
Per Aspi si profila o la vendita diretta o la scissione Dual …
Assogestioni, ad agosto la raccolta netta raggiunge quasi i 7 miliardi
Da inizio anno il saldo dell’industria del risparmio gestito ha raggiunto i …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: