Ven, 24 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Lavoro, un operaio rifiuta di farsi il tampone anti-Covid ed il suo capo spara per intimorirlo

Il fatto è accaduto in provincia di Modena. Il titolare dellʼazienda è stato denunciato per minacce aggravate

Un operaio rifiuta di sottoporsi al tampone prima di essere riassunto e il suo capo spara. Il fatto è avvenuto a Concordia sulla Secchia, in provincia di Modena. Protagonisti un imprenditore cinese di 38 anni, titolare di un’azienda che lavora per il settore biomedicale, e un operaio afghano di 23 anni. Il giovane aveva già lavorato in precedenza per lui, poi si era licenziato, mantenendo comunque dei buoni rapporti tanto che quando ha chiesto al suo ex capo di riprenderlo a lavorare la sua richiesta è stata accolta. Tutto ad una condizione: doveva fare il tampone per dimostrare di essere sano e di non avere il Covid 19. Una richiesta lecita, anche per tutelare gli altri dipendenti dell’azienda, ma il ragazzo si è rifiutato.

E’ quello che è successo dopo che ha dell’assurdo. Invece di mandarlo via, è scoppiata una furibonda lite, al termine della quale il capo ha preso la pistola ed ha sparato un colpo in aria per intimorire il giovane. L’operaio ha chiamato i carabinieri che hanno denunciato il titolare dell’azienda per minaccia aggravata.

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus tv, cosa cambia con il nuovo digitale terrestre
I nuovi bonus si chiamano Rottamazione Tv e Tv-decoder In vista del …
Asta record per la Porsche 928 di Tom Cruise
Venduta per 1.980 mila dollari, è record mondiale È stato raggiunto il …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: