Mar, 19 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Vaccino obbligatorio? Infuriano le polemiche

Il mondo scientifico si spacca, ma è esclusa l’obbligatorietà nella prima fase

Il vaccino anti coronavirus fa discutere il mondo scientifico, che si spacca circa il tema dell’obbligatorietà. Se dalla Bioetica sembrano essere restii all’idea di rendere la vaccinazione obbligatoria, voci molto più decise si levano dall’Istituto Spallanzani di Roma.

«Tutti gli operatori sanitari, a partire dai medici, devono vaccinarsi contro il Covid – dichiara il direttore scientifico dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Giuseppe Ippolito – e se non vogliono essere vaccinati devono essere sospesi dal servizio perché non possono essere idonei a ciò che svolgono». Una posizione chiara che identifica delle figure professionali che non possono non vaccinarsi, perché per poter fare il proprio lavoro devono proteggere sé stessi e gli altri. «Chi non lo accetta – conclude Ippolito – non può esercitare quelle determinate professioni». Il direttore reclama perciò il diritto, ma anche il dovere, di sospendere dal servizio queste persone perché «non idonei al suo svolgimento».

Più cauto il presidente della Consulta di Bioetica Maurizio Mori, che spiega che almeno in una prima fase insistere sull’obbligatorietà rischia di alzare un muro e rendere il vaccino stesso inviso. «Serve maggiore chiarezza – spiega Mori – far capire alla gente che il vaccino è sicuro, farlo è nell’interesse sia dell’individuo che della collettività». Anche secondo il presidente del Comitato nazionale di bioetica l’obbligatorietà dovrebbe essere considerata l’ultima spiaggia: «è fondamentale incentivare la propaganda a favore del vaccino».

Nel frattempo, il caso di Pavia fa discutere: solo due operatori su 10 nelle 85 Rsa della città sono disposte a farsi vaccinare, un dato troppo basso che preoccupa l’Ats: «bisogna cogliere a pieno l’importanza e gli operatori delle case di riposo non possono sfuggire – ha detto la direttrice di Ats Mara Azzi – non è pensabile che solo il 20% voglia tutelarsi».

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Governo Conte, passa la fiducia anche al Senato: 156 sì
Palazzo Madama ha votato: 156 favorevoli e 140 contrari, gli astenuti sono …
Reddito di emergenza 2021, arriva il bonus per le famiglie in difficoltà
Chi l'ha richiesto entro il 30 novembre 2020 riceverà l'accredito entro la …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: