Gio, 24 Giugno
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Iss, vaccini: rischio decessi ridotto del 95%

Il nuovo rapporto si riferisce a 14 milioni di persone vaccinate con almeno una dose

L’ultimo rapporto dell’Istituto superiore di sanità ha confermato che la protezione dei vaccini anti covid è protratta nel tempo. Secondo quanto si evince dai dati attualmente in possesso e riferiti a 13,7 milioni di persone vaccinate, il rischio di morire scende del 95%, quello di contagiarsi dell’80% e quello di finire in terapia intensiva del 90% con almeno una dose di vaccino in un periodo compreso fra 105 e 112 giorni dalla prima dose.

Rispetto all’ultimo rapporto sono aumentati i soggetti vaccinati nella classe di età da 40 anni in su. Inoltre c’è un generale aumento delle vaccinazioni con Pfizer BioNTech e Astrazeneca e l’inizio delle somministrazioni del Johnson&Johnson.

L’analisi ha confermato anche come i rischi di infezione da SarsCoV2, ricovero, ammissione in terapia intensiva e decesso diminuiscano rapidamente dopo le prime due settimane e fino a circa 35 giorni dopo la somministrazione della prima dose.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche: 

Poste Italiane, siglato il rinnovo del CCL per il personale non dirigente fino al 2023
Inaugurato il maxi hub da 300 mila pacchi al giorno a Landriano …
Fintech, Visa compra la piattaforma di open banking Tink per 1,8 mld
Visa è stata costretta a fare marcia indietro dall'accordo da 5,3 miliardi …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: