Mer, 27 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Non solo ministri e capi di Stato: ecco le celebrità italiane citate nei Pandora Papers

Non solo criminalità organizzata, finanza e politica delle alte sfere: fra gli italiani coinvolti nello scandalo sui fondi offshore anche diversi VIP

Domenica scorsa si è scoperchiato l’omonimo vaso, ma a uscirne fuori questa volta non sono stati gli spiriti maligni identificati dal mondo della mitologia greca, bensì un nutrito gruppo di leader politici, figure professionali e celebrità.

Venendo a questi ultimi, già ieri avevamo menzionati i due artefici del trionfo dell’Italia agli ultimi Europei di calcio (leggi qui), ma Gianluca Vialli e Roberto Mancini sono solo la punta di un iceberg – ci si passi la metafora, nonostante si faccia riferimento a torride località offshore – ben più ampio dei Panama Papers.

Il commissario tecnico della Nazionale e il suo fido capo delegazione si accompagnano infatti a diversi loro colleghi, a cominciare dal loro ex commilitone sampdoriano, il portiere Walter Zenga, che ha approfittato della sua residenza a Dubai per tessere la sua – che ironia! – rete di interessi finanziari.

Risulta coinvolto anche il procuratore sportivo Mino Raiola, che avrebbe amministrato i suoi capitali affidandosi a un intreccio societario che parte da Montecarlo, suo domicilio, e arriva fino a oltre l’Atlantico.

Ultimo nome legato al pallone finora identificato è quello dello storico allenatore del Milan e ora guida del Real Madrid Carlo Ancelotti, a cui è già stato sequestrato dall’agenzia delle entrate spagnola un milione e 420 mila euro.

Il primo vip di sesso femminile citato è francese d’adozione, ma resta pur sempre, stando alle sue parole, “la bambina di Città di Castello”: Monica Bellucci avrebbe tratto beneficio da un paradiso fiscale situato nelle Isole Vergini Britanniche, rappresentato dalla società Kloraine Limited.

Implicata nella vicenda è una sua compagna di passerella, l’italo-brasiliana Alessandra Ambrosio, che si conferma sua “conterranea” anche in materia di offshore, visto che anche la sua Brava Assets Management si trova nel piccolo territorio delle Isole Vergini Britanniche.

Un po’ più agée è l’ultima celebrità invischiata nella faccenda: Maria Gabriella di Savoia, terzogenita dell’ultimo Re d’Italia Umberto II, che risulta azionista della Toga Finance, una compagnia di Panama a tassazione zero.

di: Andrea BOSCO

FOTO: ANSA/ANGELO CARCONI

LEGGI ANCHE: Pandora Papers: 12 milioni di documenti smascherano migliaia di politici e vip

Ti potrebbe interessare anche:

Lavoro, previsti 500 mila nuovi posti nel campo dell’idrogeno
Un quadro ottimista che prevede una crescita esponenziale dei ricavi Secondo quanto …
Gender gap, ma perché le donne guadagnano meno?
Lo squilibrio è determinato dai percorsi di laurea diversi e dalle politiche …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: