Lun, 24 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Covid, al via la campagna per i bambini tra i cinque e gli 11 anni. Si parte il 16 dicembre

6 bimbi su 1000 sono ricoverati, uno su 7 mila in terapia intensiva. Sono oltre 6 milioni gli italiani che non hanno alcuna copertura contro il Covid. Anche la Calabria passa al giallo

Al via la campagna vaccinale per i bambini. La struttura del commissario Francesco Figliuolo ha programmato la distribuzione, a partire dal 15 dicembre, delle prime 1,5 milioni di dosi di vaccino ad uso pediatrico destinate ai più piccoli tra i cinque e gli 11 anni. Le somministrazioni partiranno poi dal giorno dopo. Seguiranno altri approvvigionamenti a partire da gennaio 2022. Avranno la priorità i bambini “con elevata vulnerabilità” e poi quelli conviventi con soggetti immunodepressi o con elevata fragilità.

«Anche in età infantile l’infezione da Sars-CoV-2 “può comportare dei rischi per la salute: circa 6 bambini su 1.000 vengono ricoverati in ospedale e circa 1 su 7.000 in terapia intensiva. Ed anche nei casi nei quali l’infezione decorre in maniera quasi completamente asintomatica “non è possibile escludere la comparsa di complicazioni, come la sindrome infiammatoria multisistemica e la comparsa di effetti indesiderati a distanza di tempo (long Covid)», scrive l’Iss nel primo piano pubblicato sull’efficacia dei vaccini nei bambini.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato l’ordinanza per il passaggio della Calabria da zona bianca a gialla. E’ la terza Regione dopo il Friuli e l’Alto Adige. Con il cambio di colore è prevista la chiusura delle discoteche, ma non viene introdotto il coprifuoco. E’, invece, obbligatorio indossare la mascherina all’aperto. Nei ristoranti i tavoli al chiuso non potranno ospitare più di quattro persone e si riduce la capienza per cinema, teatri e stadi. Gli spostamenti tra Regioni sono possibili.

Sono oltre 6 milioni gli italiani che non hanno alcuna copertura contro il Covid. E’ quanto emerge dal report del governo sui vaccini, aggiornato a questa mattina, in base al quale ad oggi ci sono 6.103.160 persone che non hanno fatto la prima dose. In termini assoluti, il numero più alto di non vaccinati è tra i 40-49 anni (1.289.003) e in quella 50-59 anni (1.097.620). «Siamo ancora in una fase non facile, questa nuova ondata di Covid sta toccando molto significativamente l’Europa e anche in Italia c’è una oggettiva crescita dei nuovi contagi, anche se siamo ancora uno dei Paesi con un quadro epidemiologico migliore, e ciò grazie alla campagna di vaccinazione che è la leva primaria. Dobbiamo avere fiducia nella scienza», ha detto il ministro della salute, Roberto Speranza, intervenendo all’Assemblea nazionale della Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa (Cna).

Dal 13 e al 17 dicembre le somministrazioni quotidiane dovranno essere 500 mila, mentre il 18 e 19 dicembre 350 mila, dal 20 al 24 dicembre 500 mila, il 25 e 26 dicembre 300 mila. Sono i nuovi target assegnati da Figliuolo alle Regioni, per un totale di 6 milioni e 300 mila inoculazioni dal 13 al 26 dicembre.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Giappone, si rafforza l’attività manifatturiera. A gennaio è al top dal 2018
Passa in contrazione il PMI servizi Cresce ancora la manifattura in Giappone. …
Sanremo 2022, quanto guadagna Amadeus
È uno dei presentatori Rai più pagati, il suo cachet si aggira …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: