Mar, 25 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Il consumo domestico di alcolici fa volare Campari


Nel 2021 il gruppo della famiglia Garavoglia ha visto crescere le sue azioni del 44% e le sue vendite del 27%

La pandemia ha inciso sulle abitudini di consumo di alcolici ma, a dispetto di tante previsioni catastrofiche, il nuovo trend è tutt’altro che negativo. La limitazione dell’attività di bar e ristoranti ha infatti spinto verso un consumo domestico che l’amministratore delegato di Campari ha definito una vera e propria “cultura di fare cocktail a casa“. Ed è proprio il gruppo italiano a confermare la crescita del settore: nel 2021 le azioni di Campari, controllate dalla famiglia Garavoglia, sono aumentate del 44%.

La società, quotata in borsa dal 2001, vale 15 miliardi di euro e comprende all’interno del gruppo anche Aperol, Wild Turkey Whiskey e Grand Marnier. La sua resilienza alla pandemia è merito anche di una strategia a lungo termine portata avanti dall’azienda, come ha spiegato al Financial Times l’ad Bob Kunze-Concewitz.

«Siamo stati in grado di intercettare il cambiamento di tendenza e di spostare le strategie di vendita e di marketing dai locali tradizionali a quelli non tradizionali», ad esempio vendendo kit per fare cocktail in casa e promuovendo video-ricette per i propri drink fai-da-te.

Con la riapertura delle attività che somministrano alcolici, si è entrati poi nella “fase di convivialità della ‘vendetta’ – spiega Kunze-Concewitz – la gente vuole uscire e distrarsi e non è sicura di quanto possa durare“.

I profitti del gruppo sono così aumentati del 56% nei primi 9 mesi dell’anno scorso, prima delle tasse, toccando quota 343 milioni di euro. Le vendite sono parallelamente aumentate del 27%, tanto che lo scorso dicembre l’azienda ha avviato un piano di azionariato per consentire ai propri dipendenti di acquistare azioni del gruppo.

Rispetto alla spinta inflazionistica e al rincaro delle materie prime, Kunze-Concewitz avvisa comunque che il settore potrà risentire di un aumento dei prezzi per i consumatori.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/FLAVIO LO SCALZO

Potrebbe interessarti anche:

Confesercenti lancia l’alert: “l’instabilità politica potrebbe costare 0,2 punti di Pil”
Il nuovo volto del Quirinale deve rilanciare la fiducia di famiglie e …
Cemento, Holcim cede le sue attività in Irlanda del Nord per oltre 55 milioni di sterline
L'acquirente è Cookstown Cement, società di costruzioni locale di nuova fondazione Holcim …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: