Ven, 20 Maggio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Petrolio, la corsa non si arresta: Brent a 118 dollari

Pesano la guerra e le raccomandazioni dell’Aie

Nuovo rally per il petrolio. Il Brent del Mare del Nord è salito fino a 118,40 dollari al barile, in rialzo del 2,4%, mentre il WTI americano è arrivato a toccare quota 114,48 dollari, con un guadagno del 2,1%.

A causare la fiammata dei prezzi è sempre la guerra in Ucraina ed in particolare le nuovi sanzioni europee alla Russia a cui si aggiunge un attacco di guerriglieri dello Yemen agli impianti dell’Arabia Saudita. Il principale produttore mondiale di greggio ha avvertito che non sarà responsabile di problemi di approvvigionamento a causa degli attacchi.

Sulle quotazioni di greggio pesa anche l’avvertimento lanciato venerdì scorso dall’AIE, Agenzia internazionale dell’Energia, che ha invocato un cambio di rotta per la domanda (leggi qui).

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: SHUTTERSTOCK

Ti potrebbe interessare anche:

Palamar: “resto dentro Azovstal”
Secondo i media russi, Sviatoslav “Kalina” Palomar aveva abbandonato l’acciaieria Azovstal ieri …
Russia: “metà dei clienti europei di Gazprom ha già aperto conto in rubli”
Lo ha dichiarato il vicepresidente della Federazione Russa Novak Il vicepresidente della …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: