Sab, 26 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Brillante Wall Street in apertura

Volano anche i listini europei

Wall Street apre in territorio molto positivo. Il Dow Jones sale pochi minuti dopo l’avvio della sessione dello 0,90% circa (di oltre +230 punti), a 26.250 punti circa, il Nasdaq avanza di 74 punti (+0,74%), a 10.129 punti, mentre lo S&P 500 fa +0,80% circa a 3.143 punti.

La propensione verso il rischio fa salire anche i rendimenti decennali dei Treasuries Usa, che si attestano allo 0,73%.

Focus su alcuni upgrade arrivati dagli analisti di UBS: il target price di Apple è stato rivisto al rialzo dai 325 dollari precedenti a $400, mentre quello di Goldman Sachs è stato alzato da $185 a $200.

Anche i listini europei volana dopo la pubblicazione dell’indice Pmi della zona euro salito sui massimi da quattro mesi (leggi qui) e dopo le dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che ha affermato che l’accordo commerciale con la Cina è intatto (approfondisci qui).

A Piazza Affari, seduta da protagonista per Buzzi Unicem che guida in testa il Ftse Mib, seguita da Fca che trascina anche la controllante Exor in una seduta di acquisti anche per l’altra società della galassia Agnelli Cnh Industrial. Tra i bancari, in luce Unicredit , Ubi Banca e Banco Bpm.

In calo lo spread tra BTp e Bund, che si muove in area 170 punti.

Tornano gli acquisti sull’euro, con il dollaro che rallenta il passo. “La moneta unica ha guadagnato oltre l’uno percento contro la valuta statunitense dall’apertura dei mercati di lunedì 22 giugno – spiegano gli analisti di ActivTrades – il dollaro, molto richiesto quando gli investitori danno priorità a beni percepiti come meno rischiosi, è ora sulla difensiva, segnalando le rinnovate speranze dei mercati di una rapida ripresa economica. Un numero crescente di economie continua ad allentare le misure di blocco e la propensione al rischio sembra essere aumentata sui mercati“.

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

G7, Gualtieri si mostra ottimista: “I dati sanitari ed economici italiani sono incoraggianti”
“Diamo supporto ai Paesi più poveri per proseguire il sostegno all’economia” «Al G7 i …
Prometeia, il Pil tornerà ai livelli pre-Covid solo nel 2023
Il 2020 si chiuderà con un -9,6%, l’anno prossimo la ripresa segnerà +6,2% e …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: