Mer, 29 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Effetto Green pass: dopo la Francia ora tocca all’Italia. E’ boom di prenotazioni

Nel Lazio va in tilt il sito regionale per le registrazioni dove in poche ore ci sono state 38 mila prenotazioni. In Piemonte raddoppiate le richieste

E’ boom di prenotazioni per i vaccini dopo l’estensione dell’utilizzo del Green pass deciso dal Governo Draghi (guarda qui). Nel Lazio in poche ore si sono registrate le 38 mila prenotazioni, una spinta importante in una Regione in cui il 62% della popolazione adulta ha completato il ciclo vaccinale, come ha sottolineato l’assessore alla sanità, Alessio D’Amato.

In Lombardia la media settimanale di 11.481 prenotazioni giornaliere registrata il 13 luglio è passata alle quasi 20 mila degli ultimi 7 giorni, con il picco da quasi 30 mila registrato mercoledì. Prenotazioni quasi raddoppiate a Bergamo. A Piacenza in due giorni sono aumentate da 350 a 1.000 al giorno.

Anche in Piemonte le registrazioni sono raddoppiate. Lo ha detto il presidente Alberto Cirio, a margine di un appuntamento in Regione. «Le decisioni del Governo – ha sottolineato Cirio – hanno avuto in Piemonte l’effetto di raddoppiare le richieste per le vaccinazioni: ogni ora sul nostro portale registriamo il doppio delle adesioni rispetto alle media dei giorni precedenti».

Effetto green pass anche in Liguria con più di 5.500 prenotazioni nelle due ore successive all’ufficializzazione dell’uso esteso del green pass. «È il segnale che sempre più italiani stanno scegliendo la migliore strada percorribile – ha detto il presidente della Regione Toti – e la scelta di usare il green pass è stato, senza dubbio, un incentivo.  Le prenotazioni registrate nelle ore successive alle parole di Draghi credo dimostrino che c’è un’Italia che ragiona, che ha voglia di normalità e non ha voglia di tornare a chiudersi in casa a causa di decisioni sconsiderate o di libertà tutte supposte, perché la libertà delle persone è quella di poter girare in sicurezza non di poter stare chiuse in casa».

In Toscana non si registra una corsa alla prenotazione ma queste sono comunque aumentate rispetto alla precedente periodo. «Dalla calma piatta registrata alla riapertura del portale il 10 luglio, siamo passati da lunedì 19 luglio ad un aumento delle prenotazioni – spiega Andrea Belardinelli, responsabile Sanità digitale e innovazione di Regione Toscana -. Questa settimana abbiamo registrato 40 mila prenotazioni in più rispetto alla scorsa». 

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA / CIRO FUSCO

Ti potrebbe interessare anche:

Innovazione, femminile singolare: il premio GammaDonna incorona le imprenditrici italiane più promettenti
Fisica particellare, gestione idrica e biotecnologia, ma anche produzione di pellami, di …
Raikkonnen, venduta all’asta la McLaren per quasi due milioni
Si è tenuta lo scorso 17 settembre All'asta di RM Sotheby's di …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: