Mer, 20 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Rigenerazione urbana, arrivano 2,8 mld per finanziare 159 progetti

Il 40% dei fondi è destinato al Sud. Gli obiettivi sono ridurre il disagio abitativo e migliorare il degrado delle periferie

Rigenerazione urbana. A questi servono i 2,8 miliardi previsti dal Pnrr. Il MIMS – Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili ha deciso di stanziare questi soldi per Regioni, Comuni e Città Metropolitane, per la realizzazione di 159 progetti di rigenerazione urbana e di edilizia residenziale pubblica. Il decreto è stato firmato dal Ministro Enrico Giovannini che assegna i fondi per attuare il Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare (PinQua), il 40% dei quali destinato al Sud.

Gli interventi sono finalizzati a ridurre il disagio abitativo aumentando il patrimonio di edilizia residenziale pubblica, a rigenerare il tessuto socioeconomico dei centri urbani, a migliorare i luoghi degradati delle periferie.

I progetti che beneficeranno dei finanziamenti sono stati selezionati nei mesi scorsi dall’Alta Commissione tenendo conto, per la prima volta in modo esplicito, del principio del Next Generation EU di “non arrecare danno significativo all’ambiente” e sulla base di indicatori di impatto sociale, culturale, economico finanziario e tecnologico. In coerenza con i tempi di realizzazione delle opere del Pnrr, gli interventi ammessi al finanziamento dovranno essere realizzati e resi fruibili entro il 31 marzo 2026

«Le persone sono al centro del Pnrr e il finanziamento di questi progetti segna un punto di svolta nelle politiche per la rigenerazione urbana su tutto il territorio nazionale, al fine di migliorare in modo significativo il benessere e l’inclusione sociale – ha commentato il ministro Giovannini. – Le risorse del Piano consentono di rigenerare, attraverso progetti di qualità, il tessuto urbano in un’ottica di sostenibilità non solo economica e sociale, ma anche ambientale, evitando ulteriore consumo di suolo nel rispetto del principio europeo del Do not significant harm». 

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/ UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI/ FILIPPO ATTILI

Ti potrebbe interessare anche:

Switch off, 15 milioni di televisori verso la rottamazione
I dati di Aura che spiega quali sono i rischi ambientali È …
Piazza Affari chiude in rialzo, ad un soffio dal suo massimo in 13 anni
Bene le banche, male Nexi e Ferrari Piazza Affari chiude in rialzo …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: